Obiettivi

Campagna per i diritti civili dei disabili

Il coinvolgimento, del maggior numero possibile di atleti disabili che possano assicurare, nel tempo, ulteriore propulsione al progetto stesso

La creazione di una piattaforma di interesse in merito alle problematiche dell’invalidità civile, con particolare riferimento alle criticità che ad oggi interessano soggetti amputati

Lo sfruttamento e l’utilizzo delle imprese di Salvatore per sostenere concrete iniziative volte alla soluzione di problemi che oggi affliggono il mondo dei disabili

Cooperare con istituti pubblici interessati alle problematiche dell’invalidità (INAIL, INPS, ONU, ecc..) al fine di spingere, identificare e supportare iniziative modificative dell’attuale situazione di supporto ai disabili

La collaborazione con istituti bancari e/o associazioni di categoria per l’identificazione di strumenti finanziari in grado di supportare e sostenere i disabili nelle varie fasi (anche finanziarie) del percorso di recupero

La spinta verso la rivisitazione del “nomenclatore tariffario”, la cui staticità impedisce oggi a molti disabili di accedere a protesi idonee

Il supporto economico a nuove iniziative di carattere sportivo che abbiano ad oggetto il mondo della disabilità

Sviluppare nuovi accordi con altre aziende interessate a fornire ulteriore supporto ad iniziative benefiche, garantendo e selezionando accuratamente la qualità degli eventi e la tipologia del sostegno

Sviluppare nuovi progetti di riferimento per dispositivi protesici, che saranno poi sottoposti ai principali costruttori mondiali. Ciò affinché possano essere assicurate le necessarie economie di scala ed essi li possano valutare, sviluppare ed eventualmente produrre in differenti versioni, a seconda del potenziale dei diversi mercati (nazioni del terzo mondo, paesi sviluppati, servizi sanitari pubblici, settore privato ecc.). Questo obiettivo sarà perseguito in collaborazione con alcune tra le principali istituzioni accademiche mondiali come il MIT ed altri centri di ricerca globali